31/01/12

Una visione artistica di 1Q84


Questo è il ritratto del primo Little people che ho visto (by Adriana P.).

Ho cominciato il mio Murakami con l'entusiasmo che da sempre mi accompagna tutte le volte che attraverso la soglia del mondo-libro.

Quando sono “entrata” non ho trovato nessuno che mi indicasse una strada. Inizialmente, oltre a non riuscire ad identificarmi con nessuno dei personaggi, e la cosa debbo dire mi incuriosiva parecchio, mi sfuggiva la visione d'insieme: non trovavo la chiave.
Eppure la porta si era aperta. Così ho camminato.
Sentivo un certo disagio però.

Debbo confessare di essermi lasciata andare al delirio interpretativo a metà strada, non risparmiando i circoli ermeneutici, le scatole cinesi e le matrioske russe.

C'era troppa carne sul fuoco e troppo fumo. 

Due storie parallele, l'una figlia dell'altra e due lune nel cielo per non confondere i mondi: l'individuo, in una crescita che non si arresta con il raggiungimento di una età adulta, non segue mai percorsi lineari.

I Little people, come i "bisogni", il ventaglio delle scelte, le possibilità, non sono né  buoni né cattivi. La differenza non la fai neanche tu a scelta conclusa o a possibilità colta, perché  un nuovo flusso fagocita il tutto nel calderone della vita.

Il Leader è un catalizzatore momentaneo del flusso energetico che fa “incontrare” o “allontanare” gli uditori. 
È la sua figura che ti invita all'abbandono di una concezione manicheista dell'etica e del mondo.

Il paese dei gatti, il mondo del non-risolto è quello più vero contenuto nel libro. Esso stesso è una crisalide gigantesca.

Ho sentito allora la necessità di disegnare, ancor prima di Tengo, tutto quello che veniva appena descritto. Ed è qui che è successo il fatto strano.

Io la crisalide l'ho vista.

Come tutti l'avevo solo dimenticata. 

Quando ho fatto il bozzetto dei Little people inferiori ai 50 cm. ( perché quelli più grandi non ci sono e gli adulti difficilmente li vedono), li ho immaginati con gli occhi dalle pupille grandissime ed imbrattati di piume. Perché, come ho scoperto alla fine, quando loro tessono la crisalide, lo spostamento d'aria provoca un miscela di pulviscolo e residui vari tra cui piume e foglie secche: gli scarti delle metamorfosi avvenute. 

Soltanto alla fine la crisalide viene descritta. Come una nocciolina americana imbrattata di piume. Ristretta al centro.

Io è così che l'ho fatta, solo un po’ più affusolata.

Poi le pagine del libro sono finite. Io non ho sentito il senso d'incompiutezza della storia e la mancanza del terzo libro che ancora deve essere pubblicato. Io so come non finisce, si tratta solo di aspettare se ho visto di nuovo giusto.


Adriana P.


Il sonno di un grande


Repubblica pubblica una serie di fotografie storiche del rock. Quella di Leonard Cohen è davvero impagabile.

30/01/12

I consigli di uno scrittore


Quando uno scrittore si avvia verso gli 80 anni, ha il diritto di riassumere le proprie esperienze per farne dei consigli da destinare agli altri in modo che possano evitare gli stessi errori fatti da chi i consigli propone. E' il caso di Elmore Leonard, che nel 2001 aveva sintetizzato in un decalogo pubblicato dal New York Times i suoi consigli di scrittore agli scrittori:

  1. All'inizio di un romanzo non parlate del tempo
  2. Evitate i prologhi
  3. Usate nei dialoghi esclusivamente il verbo "disse" 
  4. Insieme a "disse" non usate mai avverbi
  5. Tenete sotto controllo i punti esclamativi
  6. Non usate mai l'avverbio "improvvisamente"
  7. Usate poco i termini dialettali
  8. Evitate descrizioni dettagliate dei personaggi
  9. Non entrate troppo nei dettagli descrivendo luoghi e cose
  10. Ma, soprattutto, togliete tutte quelle parti che i lettori tenderanno a saltare.
La regola che le riassume tutte, però, è che "se assomiglia a qualcosa di scritto, va riscritto".


Gli aspiranti scrittori sono avvertiti!


29/01/12

Microwave free

Non penso che i produttori di forni a microonde apprezzino molto questo filmato che pubblicizza una catena americana di Fast Food, che sostiene come le microonde rovinino gli alimenti e si vanta di offrire cibi "microwave free".



grazie a AmericanaTVblog

Comprensione e spiegazione


"Se non lo capisci senza che te lo spieghi, non lo capiresti anche se te lo spiegassi."

(Murakami Haruki - 1Q84)

28/01/12

Il senso della vergogna


Ormai in Italia (non so se anche negli altri Paesi) si è perso il senso della vergogna. Il Ministro dell'Economia del precedente governo, dopo aver dato una grossa mano a portare l'Italia sull'orlo del baratro, adesso (adesso!) pubblica le ricette per uscire dalla crisi. Mi fa venire in mente quel mio collega che partecipava in silenzio alle riunioni, e, successivamente, scriveva lunghi promemoria per spiegare che non era d'accordo su nulla di quanto era stato deciso.

27/01/12

Tobin Tax


Vedo solo adesso il filmato tratto dal programma Le Iene ad alcuni parlamentari viene chiesto di spiegare cos'è la Tobin Tax. Le risposte sono desolanti e riempiono di tristezza. Non è possibile essere "rappresentati" da questi cialtroni ignoranti!

I proprietari dei dati

Sulla privacy dei dati in Internet c'è molta ignoranza e poca consapevolezza. Per fortuna c'è qualche persona illuminata che a livello politico raccoglie le istantanee di studiosi e cittadini e cerca di prendere provvedimenti. Mi riferisco all'azione di Vivianne Reding, Commissario europeo alla Giustizia che ha preannunciato l'emanazione di una norma europea volta a tutelare i diritti online dei cittadini, rbadendo, se ancora ce ne fosse bisogno, che ciascuno è proprietario dei propri dati.

26/01/12

Libri geniali

La Apple ha diffuso gratuitamente un'applicazione che a me sembra davvero geniale. Si tratta di iBooks Author che consente di creare dei libri multimediali interattivi da consultare su iPad. Gli insegnanti hanno la possibilità di creare con facilità e immediatezza i testi per i loro studenti, i quali non dovranno più portarsi tutta la scienza in formato cartaceo sulle spalle. Tanto di cappello a Steve Jobs che sicuramente aveva da tempo maturato l'idea. Certo che il tutto si sviluppa nel mondo chiuso di Apple, ma forse i competitor di Apple dovrebbero cominciare a riflettere e prendere le adeguate contromisure. Per non parlare delle scuole italiane che scontano una arretratezza nei confronti delle nuove tecnologie (comune peraltro a tutto il resto della società) che fa davvero spavento. Un interessante articolo di Pianeta eBook descrive in modo rigoroso e puntuale pregi e difetti del nuovo sistema.

25/01/12

Vivere con la cascata

L'architetto Frank Lloyd Wright è divenuto celebre per aver progettato quella che comunemente viene chiamata "La casa sulla cascata". Come racconta lo Smithsonian Magazine, l'edificio fu voluto dal magnate Edgar J. Kaufmann che desiderava una casa con vista sulle cascate di Bear Run in Pennsylvania. Lloyd Wright esasperò il desiderio proponendo al committente non tanto di guardare la cascata, ma di vivere con essa. E cominciò a prendere vita quel capolavoro dell'architettura che lo Smithsonian Institute colloca fra i 43 posti da visitare prima di morire (in Italia ci sono Venezia, la Galleria degli Uffizi e Pompei). Vale la pena di guardare questo filmato realizzato in 3D con la computer grafica da Cristóbal Vila che ci consente non tanto di guardare il famoso edificio, ma di entrarci per poterlo meglio apprezzare.


Fallingwater from Cristóbal Vila on Vimeo.

24/01/12

Citazioni


Farà felice chi apprezza le citazioni questo elenco tratto in particolare da film celebri, ma non solo. Troviamo molte frasi che ci sono entrate nella testa e, qualche volta nel cuore. Altre sono decisamente brutte o scontate, ma dare un'occhiata, ne vale la pena.

23/01/12

Dr. Smartphone


Sembra che nel mondo i due terzi delle persone siano in possesso di un telefono cellulare. La diminuzione dei costi degli smartphone fa pensare che questi saranno i nuovi strumenti che si diffonderanno nel mondo. Ma cosa possono fare questi strumenti per la nostra salute? Moltissimo, si direbbe leggendo questo articolo che condensa gli usi in ambito medico degli smartphone: dall'esame dell'udito, alla misurazione della pressione arteriosa, dalla effettuazione di un elettrocardiogramma alla misurazione della vista.

22/01/12

Pianismo

Una bella scoperta: il pianista Remo Anzovino. Una splendida musica, un bel video.




L'arte della Lega

C'è sempre qualcosa che sorprende: non sapevo che i militanti della Lega Nord fossero amanti dell'arte al punto di andare in processione con una riproduzione di un famoso dipinto di Courbet. Chi l'avrebbe mai detto?


21/01/12

Essere creativi


29 WAYS TO STAY CREATIVE from TO-FU on Vimeo.

Eric Arthur Blair

A 62 anni dalla morte di Eric Arthur Blair ( conosciuto come George Orwell), ricordo la sconvolgente attualità del suo capolavoro "1984" che ho riletto recentemente.
"La guerra è pace. La libertà è schiavitù. L'ignoranza è forza".
Verissimo!

20/01/12

Fellini e la pubblicità

Oggi Federico Fellini avrebbe compiuto 92 e Google gli rende omaggio con un bel Doodle.

I film da lui diretti sono indimenticabili, forse però qualcuno non sa o si è dimenticato che Fellini ha diretto alcuni spot pubblicitari particolarmente belli e suggestivi. Quello che segue è stato realizzato nel 1984 per conto della Campari con la partecipazione di Silvia Dionisio.




E' stato realizzato per conto della Barilla sempre nel 1984. Il filmato è intitolato "Alta Società" e oltre alla direzione, Fellini ha scritto la sceneggiatura, mentre la musica è di Nicola Piovani




Lo spot per il Banco di Roma è stato invece realizzato nel 1991 ed è intitolato "Che brutte notti". Vede la partecipazione di Anna Falchi, Paolo Villaggio e Fernando Rey.

19/01/12

Naufragi e gossip



Facendo zapping in TV dopo un doloroso intervento del dentista, mi accorgo che la nostra TV pubblica, per non parlare dell'altra ci propina interviste e gossip in merito al naufragio della nave Concordia. Mi vengono i brividi a pensare che se intendono intervistare una buona parte degli oltre 4.000 passeggeri, ne avremo per tutto l'anno e forse anche qualcosa in più.

Dissoluzione di una bicicletta

A me l'hanno rubata tutta in una volta in un piccolo paesino di montagna, a New York invece fanno le cose in maniera più raffinata: l'esito comunque è uguale.

17/01/12

L'erba del vicino

La campagna elettorale per le elezioni presidenziali americane di quest'anno sta entrando nel vivo. Qui un curioso filmato in cui il Presidente uscente Obama invita gli americani a imparare le lingue, in particolare lo spagnolo. Nel suo discorso sostiene che gli Europei quando vanno negli USA parlano inglese, tedesco, francese, quando invece gli americani si recano in Europa, l'unica cosa che sanno dire in una lingua diversa dall'inglese è "Merci beaucoup".

16/01/12

Dal Polo Sud a Fukushima

Condensare 100 anni in 10 minuti è sicuramente un'impresa interessante e lodevole. Chi ha realizzato questo video va apprezzato per lo sforzo di aver scelto fatti ed immagini di particolare rilevanza e le eventuali dimenticanze sono senz'altro da giustificare. La collezione di filmati va dalla conquista del Polo Sud di Roald Amudsen nel 1911 al disastro nucleare di Fukushima con le descrizione di un notevole numero di guerre. Speriamo che i prossimi 100 siano migliori.

15/01/12

Il tempo è relativo


Dopo la diffusione della Teoria einsteniana della Relavità, il tempo è entrato a far parte non solo della filosofia, ma anche della letteratura. Ricordo un paio di libri che mi è capitato di leggere: I sogni di Einstein di Alan Lightman e La freccia del tempo di Martin Amis. Ma sul tema, per risparmiare tempo, è utile la sintesi. Per questo ho apprezzato la citazione di Henning Mankell, scrittore svedese vivente, sulla relatività del tempo: "Sei così giovane che pensi che un mese sia un periodo lungo".

14/01/12

Fregate Island


Interessante botta e risposta di due penne acuminate del giornalismo italiano, Massimo Gramellini e Filippo Facci. A proposito dei politici (per non far nomi, Casini, Schifani e Rutelli) che sono andati in vacanza alle Maldive, Gramellini sostiene che nelle condizioni in cui si trova l'Italia non è il momento di farsi vedere abbronzati. Facci, dal canto suo dice che questo è un invito all'ipocrisia. Infatti non ha fatto notizia la sua amica parlamentare che ha speso un sacco di quattrini alle Seychelle nell'amena e riservata isola di Fregate. Atteso che l'isola di Fregate esiste e sembra un posto incantevole, non ho ancora ben capito se Facci l'abbia scelta a proposito per l'assonanza a un termine italiano del suo nome.

13/01/12

Il politico più pagato


Uno immaginerebbe Obama o Merkel o Cameron. No! E' il Presidente della Provincia Autonoma del Sudtirolo, dove pare che i politici non si facciano mancare nulla. (dal Corriere della Sera).

12/01/12

Orwell 1954/2984

Il 1954 è stato un anno importante per le opere di Orwell. Infatti non solo è stato realizzato un film di animazione tratto da "La fattoria degli animali", ma anche l'adattamento televisivo realizzato dalla BBC del romanzo "1984"





Ma Orwell continua ad essere fonte di ispirazione. Haruki Murakami ha intitolato il suo ultimo recente romanzo "1Q84" con un chiaro riferimento allo scrittore britannico. Anche il Teatro della Tosse ispira il proprio ultimo lavoro, dal titolo "2984" al "1984" di George Orwell (Grazie a Paola per la segnalazione).

11/01/12

Che malinconia!

Mi sto chiedendo a chi sia venuto in mente di nominare Carlo Malinconico sottosegretario all'editoria visti i precedenti che conoscevo poco: la proposta, fatta non molto tempo fa, di applicare una tassa a coloro che si connettono ad Internet per salvare l'editoria. Direi che l'uomo, a parte le vicende che lo vedono coinvolto per il finanziamento delle sue vacanze a sua insaputa, non mostra di avere una visione innovativa del mondo. E' esattamente il tipo di persona di cui gli italiani non hanno bisogno.

Lies, damned lies

Si dice che esistono tre tipi di bugie: le bugie, le bugie maledette e le statistiche. Non essendo, in genere, grandi esperti di statistiche i politici notoriamente fanno molta difficoltà a dire la verità come sintetizza mirabilmente questo cartoon.

  

10/01/12

Hippy Vintage

La religione come preferenza

Partendo dal numero di dei che si vogliono adorare, un diagramma di flusso vi guida attraverso le vostre preferenze per scoprire quale religione è per voi quella più adatta. Geniale!


Qui una versione ingrandita del flow-chart.

07/01/12

Provincialismo


Oltre all'ignoranza, in Italia è molto diffusa l'incapacità cioè di avere una visione ampia della realtà soprattutto in tempi in cui la diffusione delle informazioni permette di farlo con un certo agio. In questo modo si potrebbero venire a conoscere delle situazioni e dei contesti inaspettati come quello che ha raccontato Federico Frascoli in un commento ad un post dell'economista Michele Boldrin sulla situazione economica in Italia.

In Australia, dove vivo da 7 anni (sono anche Australiano), le tasse sono progressive tra il 30-40% e la GST (IVA) è al 10% - e fu introdotta dal governo conservatore con non poche polemiche. L'ATO (Australian Taxation Office) è efficientissimo, lo stato ti rimborsa nel giro di 2 settimane quando fai la dichiarazione dei redditi, e le procedure sono relativamente semplici (al punto che se sei un dipendente con una situazione fiscale non complessa puoi fare tutto online con un programmino che scarichi che si chiama e-tax). D'altra parte, se evadi vai in galera e ci stai. In genere i reati fiscali sono più puniti di quelli violenti e - a mio modo di vedere - con giusto giudizio. Se sei un evasore totale fai un danno alla collettività ben maggiore di chi commette un furtarello da 10,000 dollari in casa o spara alla nonna rincoglionita. Quest'anno mi sono sbagliato a dichiarare degli interessi su un conto bancario e, per 200$, mi hanno fermato la pratica per 12 settimane. Sono stati tutti gentilissimi, non vessatori, ma hanno voluto sapere tutto, e a ragione. Visto che è stato un honest mistake, nessun problema. In aggiunta, l'ACCC (che è un organo indipendente che tutela i consumatori) ha il potere di mettere sotto controllo QUALUNQUE telefono senza avviso per controllare che un gruppo di imprenditori non si organizzi in un cartello, che i prezzi e le modalità di vendita siano giusti, che le industrie non truffino i consumatori, che non ci siano conflitti di interessi ecc. E se ti beccano vai in galera. Richard Pratt, che era il padrone della VISY (praticamente la tetrapak australiana) è stato privato del suo Order of Australia perchè hanno scoperto che per anni ha esercitato un cartello con la AMCOR (ditta concorrente) sul riciclo di carta. Tutti i vari merdoni modello Santanchè hanno invocato pietà ma l'opinione pubblica australiana era concorde a ritenerlo un ladro (oltre che un uomo abbastanza di merda per altri motivi - leggasi: risposato con moglie rifatta di 40 anni più giovane di lui, quando la sua prima moglie Penny è una filantropa e una donna eccezionale). Ci sono poi altri organismi di controllo vari, tipo Worksafe (che controlla la sicurezza sul lavoro). Se fanno un'ispezione nessuno si permette di dire 'qui si lavora, non rompeteci i coglioni', ma collabora e ascolta. E, anche in questo caso, se ti beccano chiudi bottega. Per riassumere: credo onestamente che lo stato debba poter controllare quello che fai quando, come, dove e nelle modalità che vuole, senza vessarti ma con fermezza. D'altra parte, in questo preciso momento storico, l'IVA al 23% e le tasse che letteralmente ammazzano gli imprenditori e commercianti, sono assolutamente intollerabili. Ma le tasse non sono sempre state così. Negli anni 50 l'Italia era il terzo produttore al mondo di frigoriferi dopo USA e Giappone, adesso che cacchio produciamo delle tecnologie dominanti per le masse di consumatori (telefonini, computers, etc)? A questo livello ci siamo arrivati per politiche spettacolarmente sbagliate, dall'assistenza ai parassiti di stato, alle 50,000 lire messe dentro ai documenti quando la finanza faceva un controllo, ai finanziamenti a pioggia su enti inutili, ecc ecc ecc. Tutti devono fare la loro parte, ADESSO. Tutti devono stringere la cinghia e sopportare, ADESSO. E forse, tra 30 anni, si potrà avere un paese in cui le tasse sono basse, tutti (o quasi) pagano e lo stato non regala soldi agli stenografi di montecitorio, che prendono il triplo di un professore universatario.

06/01/12

La segretaria della Pivetti


Ieri sera mi è capitato di guardare uno spezzone del programma televisivo "Report" dal quale ho appreso che la signora Irene Pivetti, in virtù del fatto di aver svolto, per ben due anni, dal 1994 al 1996, la funzione di Presidente della Camera, conserva, tra le sue prerogative, un ufficio a Roma, una segretaria e una linea telefonica. Immagino che la signora Pivetti, visti i suoi numerosi impegni televisivi e mondani, in quell'ufficio ci vada di rado e allora mi chiedo cosa farà nel frattempo la sua segretaria e a quanto ammonta il suo stipendio?

05/01/12

Copimismo


Dopo il Pastafarianesimo, una nuova religione ha fatto la sua comparsa, quella del "Copimismo" che è stata ufficialmente riconosciuta in Svezia. Secondo il leader, il diciannovenne Isak Gerson, studente di filosofia presso l'Università di Uppsala, lo scambio di file costituisce una cerimonia religiosa, come fa notare la BBC.

04/01/12

Ultime dal pianeta Padania


Interrogazione di Calderoli sulle "feste private" di Mario Monti a Palazzo Chigi e risposta del Primo Ministro degna dello sceneggiatore di un programma satirico di rara finezza. Controreplica di Calderoli. Ma questo ex ministro ha una persona cara in grado di accudirlo e di dargli qualche consiglio su come interagire con i rappresentati della specie umana?

Un'onorificenza presa di petto

L'attrice Salma Hayek è stata insignita dal Presidente Sarkozy della Legion d'Onore. In Francia tutti si chiedono quali siano i meriti dell'attrice che le hanno consentito di essere insignita della prestigiosa onorificenza. Io azzardo una spiegazione: la tradizione prevede che il Presidente francese appunti l'onorificenza sul petto dell'insignito (in questo caso dell'insignita). E ciò è stato sufficiente per scegliere l'attrice.

Il Gronchi rosa della Lega

Qualche anno fa lo Stato italiano era incappato in clamorosi errori: il famoso francobollo conosciuto come "Gronchi rosa" e le 500 lire in argento che mostravano le tre caravelle con cui Colombo aveva scoperto l'America con le bandiere spiegate controvento. Anche la Padania ha voluto avere il proprio errore. Il calendario 2012 diffuso dal Comune di Limena, in provincia di Padova, con i nomi dei mesi, dei giorni e delle festività, rigorosamente in dialetto, reca: "Macoeata - 9 diśenbre" e "Nadae - 26 diśenbre".

03/01/12

A cottimo, a cottimo!

Faccio veramente molta fatica a capire perché le retribuzioni dei parlamentari italiani debbano essere allineate ai compensi dei loro omologhi degli stati europei. E faccio fatica a capire perché sia stata addirittura istituita una commissione per effettuare un confronto fra i compensi percepiti dai parlamentari dei vari stati. Qualcuno pensa addirittura che sia un trucco per ottenere degli aumenti.
A mio parere, dovrebbe essere immediatamente applicata la soluzione proposta in modo provocatorio dall'economista Sandro Brusco, secondo il quale i parlamentari italiani dovrebbero essere pagati a cottimo, in relazione cioè ai risultati economici ottenuti.

Open Data

Sia pure con molta lentezza anche in Italia si sta diffondendo il "movimento" degli Open Data, la modalità, cioè, secondo cui lo Stato è fatto dai suoi cittadini e il patrimonio informativo deve essere reso pubblico e condiviso consentendo a ciascuno non solo di avere una maggior cultura ma anche di farne un utilizzo per poter sfruttare meglio i servizi. La Camera dei Deputati ha messo online una serie di informazioni e di documenti molto interessanti che permettono di ricostruire la storia delle istituzioni in Italia fin dall'epoca del Regno di Sardegna. Speriamo che questa modalità prosegua e si espanda anche alle amministrazioni locali.

L'ottimismo di Orwell


Rick Falkvinge, leader del Partito Pirata svedese recentemente eletto al Parlamento europeo, pubblica sul suo sito un interessante articolo in cui sostiene che Orwell era un ottimista perché in "1984" racconta che lo stato era in grado di spiare ciò che veniva detto ad alta voce, chi si incontrava a casa propria e ciò che in casa propria si faceva. Adesso la situazione è in teoria ben peggiore e forse siamo troppo presi dalle nostre relazioni virtuali che non ce ne accorgiamo neppure.

Attualmente infatti è possibile, per esempio, conoscere:


  • ciò che si dice a casa propria e cosa se ne pensa
  • quali articoli si leggono, per quanto tempo e in che ordine
  • le proprie preferenze sentimentali
  • i viaggi che si intendono fare
  • le proprie opinioni politiche
  • i propri interlocutori
  • tutto ciò che diciamo in forma elettronica, a voce o per iscritto
  • quali sono i luoghi che frequentiamo
  • la rete completa dei propri contatti
  • quali sono le opinioni a cui si è particolarmente interessati

Inoltre queste informazioni possono essere conservate per un tempo indefinito.

Per questo, Rick Falkvinge sollecita le persone di recuperare la propria consapevolezza e di battersi per la tutela delle libertà civili.

01/01/12

Suicidi e non

I social network sono entrati prepotentemente (forse troppo) nelle nostre vite. Hanno aspetti utili e interessanti, ma anche aspetti inquietanti, il più grave, a parere mio, è quello di non consentire il "diritto all'oblìo"che fa parte della nostra vita e della nostra psiche. Che talvolta ci consente di vivere meglio senza dover fare troppi conti con il nostro passato che è fatto di cose belle, ma anche di cose non troppo simpatiche ed errori che talvolta sarebbe utile dimenticare, senza che questo Grande Fratello sia lì ogni momento a ricordarti il tuo passato. Sul tema è nato un dibattito molto interessante (qui il pezzo de il Nichilista che risponde alla "provocazione" di Giacomo Cannelli) che ha quantomeno il merito di ricordarci pregi e difetti del social network che, molto spesso, in modo troppo superficiale, tendiamo a sottovalutare o a trascurare.
Di social network ho avuto altre occasioni di parlarne e posso confermare la mia, precedentemente espressa, maggior simpatia per Twitter.