31/08/10

Dimensioni

Le dimensioni di luoghi, eventi, costruzioni, ecc. sono molto importanti. Ancora più importanti sono se vengono contestualizzati in luoghi di cui abbiamo esperienza. Questo è il senso di un sito specifico reso disponibile dalla BBC per consentirci di capire meglio, per esempio, la lunghezza della Grande Muraglia Cinese se viene sovrapposta a una cartina dell'Europa (la attraverserebbe tutta!).

30/08/10

Superficialità vs Profondità 2

Avevo parlato nei giorni scorsi dell'interessante articolo di Alessandro Baricco sull'evoluzione che le nuove tecnologie hanno portato nella società e nel nostro modo di accostarci alla conoscenza, al dibattito partecipa anche Mario Tedeschini Lalli che fa conoscere un approccio totalmente diverso centrato sulla multidimensionalità.

29/08/10

Difficoltà di comprensione

"Noi dicevamo "il problema è la produttivita' che non cresce da 15 anni, bisogna fa crescere la produttivita'", loro capivano "il problema è la produttività che non cresce da 15 anni, bisogna spremere i lavoratori." Abbiamo provato a spiegare che in un paese inefficiente come l'Italia la produttività si fa crescere migliorando l'organizzazione della produzione, la pubblica amministrazione (scuola, università, giustizia, servizi amministrativi, burocrazia), gli incentivi, la concorrenza, eccetera. Tutto quello che chiamiamo TFP (total factor productivity), insomma."

da un articolo di Giulio Zanella sul blog noiseFromAmerika

28/08/10

Donga

Chi è Donga? E' il cantante che per primo ha registrato, nel lontano 1916, la prima canzone di "samba," dal titolo "Pelo Telefone." Gli intenditori non sono d'accordo che si tratti di un vero samba, ma dovettero passare 50 anni perché a canzone diventasse un successo. Questo filmato, del 1966, mostra Donga in uno spettacolo televisivo dal vivo insieme a Chico Buarque de Hollanda, in una strepitosa interpretazione di "Pelo Telefone."

27/08/10

Superficialità vs Profondità

Non ho mai letto nulla di Alessandro Baricco a parte questo recente articolo che compare sul sito di Wired Italia in cui l'autore racconta - fingendo di di essere nell'anno 2026 - perché la superficialità ha trionfato sulla profondità. Ho trovatole sue argomentazioni molto interessanti, in partcolare quando sostiene:

Perdiamo capacità di concentrazione, non riusciamo a fare un gesto alla volta, scegliamo sempre la velocità a discapito dell'approfondimento: l'incrocio di questi difetti genera una tecnica di percezione del reale che cerca sistematicamente la simultaneità e la sovrapposizione degli stimoli: è ciò che noi chiamiamo fare esperienza. Nei libri, nella musica, in ciò che chiamiamo bello guardandolo o ascoltandolo, riconosciamo sempre più spesso l'abilità a pronunciare l'emozione del mondo semplicemente illuminandola, e non riportandola alla luce: è l'estetica che ci piace coltivare, quella per cui qualsiasi confine tra arte alta e arte bassa va scomparendo, non essendoci più un basso e un alto, ma solo luce e oscurità, sguardi e cecità.

26/08/10

2001

Per i patiti (come il sottoscritto) di "2001: Odissea nello Spazio," una piacevole chicca, la disponibilità, in alta definizione, di una serie di foto tratte dal film. Una di esse è particolarmente curiosa.

25/08/10

Fantascienza?

Ad Albuquerque, nel Nuovo Messico, c'è un segnale stradale che potrebbe essere, come minimo, il titolo di un romanzo di fantascienza.

24/08/10

Donne con le gonne!

Correva l'anno 1960 è il cardinale Siri, arcivescovo di Genova, che in vari conclavi fu varie volte candidato al soglio pontificio, di fronte al dilagante fenomeno dell'uso dei pantaloni da parte delle donne, si sentì in dovere di scrvere e diffondere questa lettera. In essa, fra l'altro si sostiene che:
L'abito maschile usato dalla donna:
- altera la psicologia propria della donna;
- tende a viziare i rapporti tra la donna e l'altro sesso;
- è facilmente lesivo della dignità materna davanti ai figli.
E' un documento molto interessante che aiuta a capire la realtà sociale in cui si trovava l'Italia solo 50 anni fa. Peccato che non si dica nulla degli uomini, come i preti, che si (tra)vestono da donne.

23/08/10

Tanto per capire

Questa infografica spiega in modo semplice qual è lostato attuale della politica italiana attraverso le posizioni che esprimono le forze politiche rappresentate in Parlamento.


da Isola Virtuale

22/08/10

Bizzarrie e stravaganze

Nel romanzo 1984 di George Orwell uno dei personaggi, ammiratore convinto del Grande Fratello, si vanta delle "imprese" della figlia:

"La mia piccina era certa che si trattasse di una specie di agente nemico, magari atterrato col paracadute; ma il bello deve ancora venire. Cosa credi che l'abbia insospettita? Si era accorta che quell'uomo indossava un bizzarro paio di scarpe, ha detto che non aveva mai visto scarpe simili. E così poteva benissimo trattarsi di uno straniero. Niente male per una birichina di sette anni, vero?"

Quello che mi ha impressionato è la sorprendente analogia con il caso, ormai quasi dimenticato, del giudice Raimondo Mesiano e dei suoi "stravaganti" calzini.

21/08/10

Simboli

I simboli costituiscono un'espressione informativa antichissima. Wired pubblica la storia di alcuni simboli con i quali abbiamo a che fare tutti i giorni mentre utilizziamo il computer e dei quali raramente conosciamo la storia e l'evoluzione nel tempo.

20/08/10

Dal punto di vista dell'autore

Simon Wood, giornalista e romanziere discute sugli e-book apprezzandone soprattutto gli aspetti positivi, anche come ulteriore flusso di introii economici alla pari delle traduzione e degli audiolibri. Conclude dicendo che anche se le cose stanno cambiando, il mondo avà sempre bisogno di persone che raccontano storie a prescindere dal mezzo con il mezzo su cui verranno pubblicate e lette.

18/08/10

Alla larga

Non è tanto per le possibili eruzioni vulcaniche o per i terremoti che le Isole Lipari dovrebbero essere evitate, ma per questi quindici motivi.

17/08/10

Facebook

Da non molto tempo sono entrato in Facebook pur con qualche perplessità. Ho scoperto che è uno strumeno affascinante che permette di conoscere persone che hanno interessi comuni. In ogni caso è uno strumento che non riesco a farmi piacere. I difetti purtroppo sono ancora molti. Mi ero ripromesso di scrivere un post in proposito, ma sono stato precededuto da persone molto comptetenti che hanno scritto in modo chiaro quello che avevo in mente. Mi riferisco, in particolare, a quello che ha scritto Sergio Maistrello e quello che nei giorni scorsi ha pubblicato il quotidiano online Il Post.

16/08/10

QWERTY

Divertente questo post de Il Disinformatico che ripercorre la storia della disposizione dei tasti sulle macchine da scrivere ed ora sui nostri computer. Secondo l'autore la disposizione dei tasti che usiamo è assolutamente obsoleta al punto che sarebbe - secondo lui - come se si guidasse l'automobile con le briglie.

15/08/10

Musica da vedere

Girovagando su Internet mi sono imbattuto su questo canale di Youtube che, per i patiti della musica, costituisce davvero una cosa imperdibile.

14/08/10

Asini

E' evidente che la colpa degli strafalcioni di questi scritti non è di chi li ha firmati ma degli uffici stampa e/o di chi li ha trascritti materialmente.

13/08/10

La crisi economica

Per fortuna c'è qualcuno che della crisi economica se ne può fare un baffo. Beati loro.

Morgan e i canti degli alpini

A proposito del fatto che il sindaco di Verona ha negato la concessione del palcoscenico al cantante Morgan, colpevole di aver dichiarato di aver assunto cocaina, Franco Bocchini, sul sito di noiseFromAmerika, ci offre le sue considerazioni sul moralismo peloso dei nostri governanti.

12/08/10

Books vs. E-books

Newsweek confronta le caratteristiche dei libri cartacei con quelle dei libri elettronici. E' facile prevedere chi vincerà la partita.

09/08/10

Rot und schwarz

Un anno dopo la Primavera di Praga, Karel Gott, "la voce d'oro di Praga," ha registrato questa curiosa cover (in tedesco) del successo dei Rolling Stones "Paint It Black."

08/08/10

Esplosioni nucleari

Pochi giorni fa è stato celebrato il 65° anniversario del bombardamento atomico di Nagasaki e Hiroshima. Sul tema dei bombardamenti e dei test atomici, si innesta questa affascinante quanto inquietante filmato realizzato dall'artista giapponese Isao Hashimoto, intitolato "1945-1998." Il video mostra le 2.053 esplosioni nucleari che si sono succedute nel XX secolo, da quelle di Alamogordo, Hiroshima e Nagasaki nel 1945 ai test condotti dall'India e dal Pakistan nel 1998.

07/08/10

L'abolizione delle parole

In attesa di conferire la laurea honoris causa al Trota, la ministra Gelmini ha proposto di nominare dottore in Scienze della Comunicazione il padre Umberto Bossi, che di certo ha contribuito alla comunicazione, come dice Massimo Gramellini in un imperdibile articolo, con gli elettori. Alro che McLuhan.

06/08/10

6 agosto 1945

Per non dimenticare. ma soprattutto perché non succeda più.

Un vecchiaccio terribile

Il 23 di luglio, Pete Seeger, alla venerabile età di 91 anni, si è esibito a New York City nel corso della Gulf Coast Oil Spill fundraiser. Ha cantato una canzone nuova di zecca per protestare contro le trivellazione della BP. Il titolo della canzone è "God's Counting on Me, God's Counting on You," scritta da Pete in collaborazione con Lorre Wyatt e cantata con l'accompagnamento del cantante e compositore James Maddock. Vecchiaccio terribile, ti vogliamo bene.

05/08/10

La scelta di emigrare


Michele Boldrin spiega perché scegliere di emigrare:

"... oggi in Italia il potere socio-politico sta nelle mani di chi non fa il proprio dovere, sta nelle mani dei mediocri, dei parassiti, degli approfittatori (ero tentato di dire che tale è la maggioranza degli elettori, ma ammetto di non aver dati per sostenerlo). Costoro si reggono approfittando del lavoro dei normali e dei capaci."

da noiseFromAmerika

03/08/10

Kundera reloaded

E' sempre interessante scoprire come talvolta gli artisti anticipano il futuro. In questo caso sembra che alcuni personaggi della politica abbiano dato attuazione a quanto scriveva Milan Kundera nel romanzo "Lo scherzo." Un imperdibile post di Alessandro Gilioli.